Ho capito il vero significato della politica

Ecco alcune notizie lette sui giornali:
- Electrolux. La rabbia dei lavoratori riguardo la questione dei 316 esuberi (su circa mille) fissati dall’azienda.
- Renzi liquida Letta. Via dalla palude. Necessita un nuovo governo che prenda il posto di un esecutivo capace solo a galleggiare.
- Protesta a Roma. Manifestazione a oltranza contro la POLITICA e la CRISI.
- Disoccupazione giovanile. Secondo i dati Istat oltre il 40% dei giovani italiani è senza lavoro. Due milioni e mezzo di under 30 non lavorano e non studiano.

Un giorno un bambino chiese al padre:
"Papà, cos'è la politica?"

Il padre gli spiegò in modo semplice la complessità del significato:
"Te lo spiego con un esempio: io che lavoro e porto a casa i soldi potrei essere definito un capitalista, invece tua madre che li amministra potrebbe essere il governo, la donna delle pulizie è la classe operaia, tu che stai crescendo e ormai hai qualche voce in capitolo sei il popolo, invece tua sorella che è appena nata è il futuro"

Il bambino va a dormire, ma durante la notte la sorella comincia a piangere.
Trovandola con il pannolino aperto e sporca di cacca fino alla testa, il bambino, va a cercare aiuto.
Va in camera dei genitori per chiamare la mamma. Ma questa sta dormendo profondamente e non lo sente. Il padre non c’è.
Va allora dalla donna delle pulizie e la trova a letto con il padre.
A questo punto capì tutto:
"Ho proprio capito il vero significato della politica: i capitalisti approfittano della classe operaia, il governo dorme, il popolo non è ascoltato da nessuno e il futuro è nella merda".

Ma questa è una barzelletta o è la verità? Boh. Non so. Leggendo le notizie mi sembra la verità.

G. D’Angelo
Febbraio 2014