Sei l’enigmatica e inafferrabile canzone dei Negramaro

Canzone talmente enigmatica e inafferrabile che può essere interpretata e spiegata in molti modi, tutti differenti, e dove ognuno può ritrovarci qualcosa di se stesso e della propria vita.

Io ci ho trovato questo: il racconto di un pezzo di vita ormai andato.


Davanti allo specchio passano i ricordi di una donna, di una storia conclusa.
Consapevole di come l’amore può cambiare le persone e di come fa volare il tempo lieve e precipitoso, l’uomo toglie le mani dal viso, ma nello specchio non si riconosce più.
testo della canzone"Tu chi sei ... un riflesso che non m’appartiene non mi riconosco ... e non ricordo più chi sei. Non sei più quel che eri un tempo e ora sei quel che c’è di diverso da me"

perché un amore senza barriere, inaspettatamente, ha iniziato a latitare?
Non c’è un perché, così come non c’è risposta che possa spiegare come un fuoco ardente possa all’improvviso spegnersi.
testo della canzone"e allora tu spiegami dei nostri baci il senso e se un senso lo trovi dimmi almeno qual è dimmi se c’è ..."

Un fuoco ardente, un amore profondo, una passione talmente forte, da far risaltare solo i pregi e capace di nascondere i difetti, le incomprensioni e le incompatibilità.
testo della canzone"e pensare a quanto tradirono tutti quei baci che tolsero via dalle bocche le frasi che avremmo voluto gridare per convincerci che di amarci noi non ne saremmo mai stati capaci"

Ma nel soffocato tormento il cuore è diventato più forte e, pur vecchio d’amore, è indomabile pronto ancora ad amare.
testo della canzone"Ehi vuoi ascoltarmi ho ancora altre facce da indossare tu chi sei, non mi assomigli tra quelle che ho cucito e non ricordo più chi sei"

A dispetto di ogni resistenza passano i ricordi di quel tempo, in cui con un’altra faccia andava verso lei, ancora durevoli nella memoria con tutto quello che fu e non è più.
testo della canzone"Ehi vuoi parlami di quando avevi un’altra faccia e andavi verso lei ... sul viso, nell’aria c’è una parte di te ... sulla bocca assaporo i tuoi baci negli occhi rivedo i tuoi occhi e capisco finalmente chi sei ..."

Passano i momenti di una storia chiusa ma irripetibile, con le ore perse e guadagnate, con le sconfitte e le vittorie mai definitive, e finalmente capisce che, nonostante tutto, ha avuto una grande fortuna, quella di aver vissuto delle sensazioni uniche. Si sente un eletto perché nella gioia e nel dolore ha scoperto di essere vivo.
testo della canzone"... un bel sorriso mi taglia la faccia e mi dico sono identico a te"

Un bel sorriso gli taglia la faccia, lo stesso sorriso che aveva quando, senza fatica, poteva ottenere un bacio, una notte d’amore, dalla sua amata.
testo della canzone"ehi vuoi cambiarmi..."


G. D’Angelo



testo della canzoneEhi vuoi parlarmi di quando avevi un’altra faccia
e andavi verso lei e non pensavi che da quell’attimo saresti stato quel che sei
tu sei, non sei più quel che eri un tempo, e ora sei quel che c’è di diverso da me
e pensare a quanto tradirono tutti quei baci
che tolsero via dalle bocche le frasi che avremmo voluto gridare
per convincerci che di amarci noi non ne saremmo mai stati capaci
e allora tu spiegami dei nostri baci il senso
e se un senso lo trovi dimmi almeno qual è
dimmi se c’è…
ehi vuoi ascoltarmi
ho ancora altre facce da indossare tu chi sei,
non mi assomigli tra quelle che ho cucito e non ricordo più chi sei tu sei, non sei più quel che eri un tempo, e ora sei quel che c’è di diverso da me
e pensare che quando rapirono tutti i pensieri
quei baci bugiardi sembravano veri
intanto impedivano a noi di convincerci che non avremmo mai visto la fine di tutti quei baci perché senza fine li avremmo rubati
di questo che tu ora mi dai l’inizio qual è?
ehi quello che vedo sei
un riflesso che non m’appartiene
non mi riconosco
tu, specchio, sai dirmi almeno chi sei?
quello che vedo sei…
sulla bocca assaporo i tuoi baci
negli occhi rivedo i tuoi occhi e capisco finalmente chi sei
e pensare che quando tradito da tutti quei baci
non mi resi conto di quanto restassi negli occhi,
sul viso, nell’aria c’è una parte di te
e ho capito che se mi rifletto guardandomi in viso
non mi riconosco
ma poi un bel sorriso mi taglia la faccia e mi dico sono identico a te
ehi vuoi cambiarmi...